Mondo IT

recensioni, articoli e approfondimenti sul mondo IT

XEN High Availability

with one comment

Recentemente mi sono state fatte alcune domande sulla implementazione di un piccolo cluster XEN HA. Per rispondere a quelle, e ad alcuni dubbi che possono venire quando si parla di cluster di questo tipo ho stilato una piccola guida introduttiva.

Un cluster HA XEN utilizza una SAN per condividere il disco della macchina virtuale e (almeno) due macchine XEN su cui poi si installerà il software per la realizzazione del cluster. Il passaggio di una macchina virtuale da una parte all’altra in caso di failure è effettuato attraverso migrazione. Le configurazioni delle macchine host sono del tutto indipendenti, per implementare un cluster HA non è infatti necessario avere hardware identico. Prima di fare una migrazione avviene un processo chiamato reservation: dom0 verifica sull’altro sistema se c’è spazio per allocare la macchina virtuale che vuole migrare. Questo consente banalmente di essere certi che la macchina virtuale migrata potrà eseguire sul nuovo host.

Volendo invece quantificare le risorse hardware necessarie (oltre alla SAN) è indispensabile un minimo di 2 macchine su cui è installato XEN, anche se è comunque consigliabile utilizzarne 3. Per quanto riguarda le caratteristiche di queste macchine, ipotizzando il caso più semplice con due sistemi host, bisogna calcolare tutto in modo che se una cade l’altra abbia le capacità (CPU e RAM, ecc) per gestire il carico.
Migrare macchine paravirtualizzate è un processo ottimizzato e abbastanza stabile. La migrazione di macchine HVM invece è possibile, ma c’è da considerare che, a differenza delle soluzioni paravirtualizzate, la virtual machine non è conscia della migrazione. Dunque potrebbero esserci dei problemi che dipendono dal sistema operativo installato nella vm. Per questo e per motivi di velocità è meglio migrare macchine paravirtualizzate. Infatti nell’ultima versione (XEN 4) ci sono alcun bug aperti relativi proprio alla migrazione HVM.

Annunci

Written by Michele Paolino

04/08/2011 a 13:02

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. Let’s see what all gets covered under a motor insurance -. While driving, the owner is also responsible for the security of the fellow passengers. Damage due to natural calamities like earthquake, fire, flood, hurricane, landslide, lightning, inundation and many more are covered by the policy.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: